31 ottobre 2010

SHAH RUKH KHAN E' AL FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA 2010

Shah Rukh Khan - Roma 2010, red carpet

Shah Rukh Khan è finalmente arrivato a Roma, sembra al Duke Hotel ai Parioli. Mentre scriviamo, la star sta accogliendo il pubblico in sala prima della proiezione di My name is Khan nell'ambito del Festival Internazionale del Film. Oggi Repubblica ha pubblicato un resoconto redatto da Claudia Morgoglione della conferenza stampa a cui ha partecipato il baadshah di Bollywood. Ve ne presentiamo un estratto:

'Altro che Brangelina, George Clooney o Tom Cruise. La vera superstar del cinema planetario, l'uomo che secondo alcuni calcoli di esperti vale sul mercato 500 milioni di dollari, si chiama Shah Rukh Khan, è un signore indiano di religione islamica che dopodomani compirà 45 anni, ed è il divo bollywoodiano più amato di sempre. "Non sono sexy come Antonio Banderas, non ballo bene come John Travolta - dice lui, da una saletta riservata dell'hotel Duke - c'è chi dice che non so nemmeno recitare, o che sono stato solo fortunato. Ma se la mia gente mi ama tanto, qualcosina saprò pur fare...". (...) l'attore ha il segreto del suo carisma nello sguardo e nell'intelligenza, con cui cattura subito l'attenzione dell'interlocutore.
(...)
Mister Shah Rukh Khan, come mai ha accettato di girare Il mio nome è Khan, il film indiano che ha incassato di più all'estero ma così diverso dal cliché bollywoodiano?
"Sono vent'anni che faccio film, e ho sempre avuto come guida la voglia di fare felice me stesso: solo così posso regalare gioia anche agli altri. Ho ballato, cantato, danzato. Ma avevo desiderio di qualcosa di differente: all'inizio all'idea ero nervoso, poi la fiducia dei fan mi ha confortato. Credo che lo rifarò. Anche se ora sono di nuovo impegnato in un ruolo da supereroe tutto botte e armi, un film indiano che si chiama Don 2 e che sto girando in Germania".
Perché nel suo Paese il cinema è così importante?
"Noi non abbiamo rockstar, non abbiamo star dello sport: abbiamo solo star del cinema. Produciamo mille film l'anno, il che vuol dire tre al giorno. Siamo l'unica nazione che è riuscita a non farsi invadere da Hollywood: proprio perché abbiamo ancora uno star system che regge, al contrario di Francia, Italia, Inghilterra che hanno ceduto il passo. Le nostre sono storie semplici, grezze: non abbiamo situazioni fantastiche come nelle pellicole americane, ad esempio un presidente che abbatte un meteorite. In film come Avatar c'è tanta filosofia indiana, noi al cinema non la utilizziamo. Ma se vogliamo vendere meglio i nostri prodotti all'estero, qualcosa dobbiamo cambiare".
Ci racconti la sua vita da superstar.
"Non sono come i miei colleghi americani che si lamentano della troppa attenzione: ho lavorato una vita per diventare famoso, ora non me ne vado certo in giro con gli occhiali scuri. Mi piace incontrare la gente. In Italia comunque posso stare tranquillo, in posti come l'Inghilterra no: sono costretto a girare con le bodyguard. L'Italia ha molte cose in comune con l'India: l'amore per il cibo, il gesticolare, la rumorosità, le arrabbiature".
Le piacerebbe girare film anche altrove? A Hollywood?
"Sa qual è il mio vero sogno? Fare una pellicola come La vita è bella di Benigni: magari non capisci la lingua, ma comprendi l'emozione, ciò che vuole trasmettere. A Hollywood non penso: non credo che abbiano ruoli adatti a un quarantacinquenne dalla pelle scura, non particolarmente bello. Diciamo che preferisco interpretare quell'unico film indiano che il mondo vedrà, invece di un film occidentale che vedono tutti ma non lascia il segno".'
(Ringraziamo Repubblica).

Aggiornamento del 01.11.10: il regista Karan Johar purtroppo non è intervenuto all'evento, in quanto malato. Articolo di The Times of India. Shah Rukh ha scritto nel suo profilo in Twitter:
'Ho ricevuto un'accoglienza meravigliosa a Roma al red carpet per MNIK. Per me e per mio figlio è stato fantastico sentire l'amore dei romani. Ora stiamo andando alla fontana di Trevi'. Testo originale.
'Povero Karan! Non ce l'ha fatta! E' a letto con la malaria. Sarebbe stato davvero orgoglioso di MNIK. Mi manca qui: Roma gli piacerebbe'. Testo originale.
Pare che l'ambasciata indiana a Roma abbia organizzato per la sera del 31 ottobre un ricevimento in onore di SRK presso il ristorante Maharajah, in via dei Serpenti.
Aggiornamento del 21.11.10:
- area del sito del Festival Internazionale del Film di Roma dedicata all'incontro con Shah Rukh Khan
- area del sito del Festival Internazionale del Film di Roma dedicata a My name is Khan 

Vedi anche:

AAMIR KHAN ANNUNCIA IL SUO NUOVO FILM


Aamir Khan sta finalmente per interrompere il suo periodo sabbatico. Non sappiamo se abbia davvero imparato a cucinare o preso lezioni di marathi, come annunciato in primavera, ma di certo la superstar non si è risparmiata nelle attività promozionali a sostegno di Peepli (live). Pare che nelle ultime due settimane Aamir si sia chiuso in casa a leggere sceneggiature, e che un incessante via vai di registi e di produttori - fra cui Anurag Kashyap e Yash Chopra - abbia vivacizzato la sua vita sociale. Oggi la star ha comunicato la sua scelta: interpreterà, affiancato da due figure femminili, un suspence drama diretto da Reema Kagti, le cui riprese inizieranno nel febbraio 2011. La distribuzione è prevista per lo stesso anno. La pellicola sarà coprodotta da Aamir Khan e da Farhan Akhtar. La sceneggiatura sarà firmata da Reema Kagti e da Zoya Akhtar. Reema Kagti è la regista (e sceneggiatrice) di Honeymoon Travels Pvt. Ltd., ma è stata anche assistente alla regia di Lagaan, Dil Chahta Hai, Lakshya e de La fiera delle vanità, oltre ad aver recitato in Rock On!!. Farhan Akhtar ha dichiarato: 'E' fantastico collaborare con Aamir dieci anni dopo Dil Chahta Hai. Era da allora che speravamo di realizzare un altro film insieme. Sono eccitato all'idea che finalmente succederà'. E c'è di più: pare che la star si stia interessando ad altre due sceneggiature, a cui, per ora, ha preferito non accennare.
Articolo di The Times of India
Vedi anche:

30 ottobre 2010

KOFFEE WITH KARAN: TERZA STAGIONE


Domenica 7 novembre 2010 alle ore 21.00 il canale Star World trasmetterà la prima puntata della terza stagione del noto talk-show Koffee with Karan, condotto dal regista Karan Johar. Pare che Johar abbia contattato Aamir Khan per convincerlo a lasciarsi intervistare nel corso del programma, e che la superstar non abbia rifiutato. Karan starebbe ora lavorando sulle possibili date. Nell'attesa di una conferma, segnaliamo intanto che, per la prima volta dal loro matrimonio, Aishwarya Rai e Abhishek Bachchan interverranno insieme ad un talk-show.
Area del sito di Star World India dedicata a Koffee with Karan
Video della conferenza stampa (aggiornamento del 31.10.10)
Articolo di Hindustan Times
Articolo di The Times of India (aggiornamento del 06.11.10)
Articolo di The Times of India (aggiornamento del 07.11.10)

Vedi anche:

VENETO-BOLLYWOOD CONNECTION

Akshay Kumar e Kareena Kapoor in piazza dei Signori - Vicenza


Il Giornale di Vicenza pubblica oggi un articolo dedicato alla promozione del cineturismo indiano nella regione Veneto. Riportiamo di seguito un estratto:
'(...) in questi giorni sono stati ospiti in città di Vicenza Film Commission alcuni produttori e registi indiani. L'assessore regionale al turismo e alla promozione Marino Finozzi ha incontrato la delegazione indiana, e ai tour operator di Kuoni e Timc ha confermato l'interesse per allargare all'intero Veneto la realizzazione di pacchetti di cineturismo, aderendo anche al progetto di dar vita a Mumbai ad un festival dei primi film indiani realizzati nel nostro Paese. I giornalisti indiani si sono detti piacevolmente sorpresi di quanto hanno scoperto nel Vicentino e a Venezia, mentre i produttori erano interessati alla concessione di servizi ed eventuali incentivi. (...) In città anche Sharma Devesh, giornalista di Filmfare, una rivista indiana che vende 170 mila copie e conta su 2.250.000 lettori, e Sinha Priyanka che lavora per Screen, 125.000 copie vendute e 1.200.000 lettori. Entrambi hanno accompagnato il produttore Piyush Jha in cerca di nuove location, e Shetty Avinash di Kuoni, il più importante tour operator indiano con alcune migliaia di dipendenti nelle agenzie viaggi sparse in tutta l'India. Avinash realizzerà una brochure su Vicenza di 12 pagine. Sopralluoghi anche per Jaiprakash Rengarajan del tour operator Tmic, che ha in previsione una campagna di promozione online per il cineturismo a Vicenza, dalla quale spera di poter ottenere gli stessi risultati derivanti dalle riprese effettuate dalle troupe di Bollywood in Svizzera, la meta che è più visitata dagli indiani in Europa dopo la Gran Bretagna, grazie anche ai film che vi sono stati girati'.
Sito di Vicenza Film Commission

Akshay Kumar a Villa Cordellina


Ricordiamo che a Vicenza erano state girate, a partire dal 28 settembre 2008, alcune sequenze di Kambakkht Ishq, con le superstar Akshay Kumar e Kareena Kapoor. La troupe di duecento persone aveva soggiornato in città per dieci giorni, coinvolgendo anche cinquanta comparse locali e producendo un indotto di due milioni di euro. Addirittura a Villa Cordellina erano dovuti intervenire i carabinieri per arginare i fan indiani arrivati da tutto il Triveneto. Pare che la prima settimana di settembre del 2008 il regista del film, Sabbir Khan, e il produttore Sajid Nadiadwala, in compagnia di Akshay e di Kareena, avessero già visitato la zona setacciando le location più adatte. Il 5 settembre erano stati avvistati in corso Palladio a Vicenza e ai castelli di Montecchio.
Il Gazzettino del 2 ottobre 2008 scriveva:
'Dal cancello principale di Villa Cordellina Lombardi, a Montecchio Maggiore, indiani e bengalesi, che nel vicentino costituiscono una delle comunità più numerose, sbirciano al di là dell'inferriata, i più attrezzati armati di binocolo, per vedere all'opera i loro idoli (...). Per la parte romantica del film sono state scelte le pittoresche location vicentine: oltre a Villa Cordellina Lombardi anche Piazza dei Signori, le vie del centro storico, la chiesa dei Filippini (dove si celebra il matrimonio) e il Liceo Quadri (per l'occasione trasformato in ospedale). "Ho sempre girato i miei film fuori dall'India." - ha dichiarato il produttore Sajid Nadiadwala - "Alle Mauritius, a Città del Capo, in Svizzera, in Austria, a New York, a Sydney, nella Gold Coast. Per Kambakkht Ishq però non potevamo scegliere una destinazione più romantica dell'Italia e di Vicenza. La prima volta che ho visto Vicenza sono stato impressionato e attratto dalla sua ricca eredità di bellezza così attentamente conservata e colpito dall'ospitalità delle persone. Ringrazio Vladimiro Riva, il suo team, la Provincia di Vicenza con il Vice Presidente Dino Secco e Vicenza Film Commission per essersi prodigati per facilitare le riprese nel territorio vicentino. Noi dall'India siamo legati all'Italia da molto tempo. La moglie del nostro defunto e amato Primo Ministro Rajiv Gandhi, Sonia Gandhi, è nata in Italia (*) ed è tuttora una delle persone più importanti a livello polìtico, poichè presiede il Partito del Congresso Indiano che sta attualmente governando il Paese. Dopo Kambakkht Ishq siamo sicuri che un altro ponte tra gli italiani e la nostra grande industria dello spettacolo sarà stato costruito".
(*) Sonia Gandhi è nata a Lusiana, in provincia di Vicenza.
Video delle scene girate nel centro storico di Vicenza
Video del brano Kambakkht Ishq girato a Villa Cordellina
Video amatoriale del set allestito a Vicenza, con Akshay Kumar e Kareena Kapoor
Vedi anche:
- articolo de Il Gazzettino, 05.10.08, con un'interessante cronaca dei ciak a Villa Cordellina
- articolo di Repubblica, 19.11.09, dedicato alle location italiane incluse in film bollywoodiani

Per quanto concerne il cineturismo indiano nel nostro Paese, pare che tre operatori indiani abbiano dedicato una brochure esclusiva all'Italia, e che per la prima volta il tour operator Kuoni abbia realizzato in India un catalogo di ottanta pagine dedicato alle regioni italiane.
Sito di Kuoni India

Vedi anche:

MY NAME IS KHAN IN CINA

Shah Rukh Khan in My name is Khan


Sembra che My name is Khan sarà il primo film indiano distribuito in Cina negli ultimi trent'anni. La data indicativa per la première a Pechino dovrebbe essere il 30 novembre 2010. Pare che Shah Rukh Khan e Karan Johar presenzieranno all'evento. Le autorità cinesi consentono ogni anno la distribuzione di venti pellicole straniere.
Articolo di Mumbai Mirror
Vedi anche:

29 ottobre 2010

DOHA TRIBECA FILM FESTIVAL 2010


Si conclude domani a Doha il Doha Tribeca Film Festival 2010, che ha avuto inizio il 26 ottobre. Nel corso della manifestazione sono stati proiettati Udaan e Rakht Charitra I, quest'ultimo diretto da Ram Gopal Varma e attualmente in programmazione nelle sale indiane. Sito ufficiale e trailer di Rakht Charitra.
Sito del Doha Tribeca Film Festival
Area del sito del festival dedicata a Udaan
Area del sito del festival dedicata a Rakht Charitra I

BHARATI - THE WONDER THAT IS INDIA: UN SUCCESSO


Riceviamo da Barley Arts il seguente comunicato stampa a consuntivo delle date milanesi dello spettacolo Bharati - The wonder that is India:

'Il pubblico di Milano ha salutato ieri sera in un tripudio di applausi e balli l'ultima replica di Bharati, il musical che in pochi giorni, da venerdì 22 a mercoledì 27 ottobre, ha riempito la città e il Teatro degli Arcimboldi con i colori e gli aromi dell'India. Oltre seimila spettatori entusiasti si sono lasciati conquistare dal ritmo di musica e coreografie di questa spettacolare produzione indiana, che ha messo in scena con gusto, ironia ed indiscutibile qualità artistica tutta la varietà, la tradizione e la modernità di un Paese dal fascino immortale.
Ogni sera, in chiusura dello spettacolo, Pietro Pignatelli, l'attore che ha impersonato il narratore in Italia, tessendo con estrema bravura la trama del musical fra numerosissimi cambi di costumi e di scenografie, non ha dovuto faticare per convincere il pubblico ad unirsi nelle danze al cast presente con lui sul palco - 65 artisti fra ballerini, cantanti e musicisti.
Bharati, nell'attesa di tornare in Italia nel 2011 per nuovi spettacoli che saranno annunciati quanto prima, prosegue ora il proprio tour europeo, con tappe in Svizzera e in Francia, dove rimarrà in scena per oltre un mese, di cui tre settimane consecutive nella sola Parigi.
Claudio Trotta di Barley Arts, che ha portato in Italia questo musical, commenta così l'esperienza appena conclusa: "Bharati è uno spettacolo straordinario, nuovo e diverso da qualunque musical o altro show teatrale visto prima d'ora nel nostro Paese - e non lo dico io, ma il pubblico che in questa settimana ci ha sommerso con commenti carichi di apprezzamento. Per questo stiamo già lavorando, insieme al produttore Gashash Deshe, per riportarlo in tour in Italia nel 2011".'


Photogallery di Bharati - The wonder that is India
(Ringraziamo Elena Pantera di Barley Arts)
(Ringraziamo Barley Arts per le immagini)
Vedi anche:

26 ottobre 2010

SHAH RUKH KHAN: CONFERENZA STAMPA A BERLINO


Venerdì scorso il cast di Don 2 ha partecipato ad una scoppiettante conferenza stampa a Berlino. Vi elenchiamo i seguenti appetitosi link:
* Area del sito tedesco TIKonline.de dedicata all'evento, con i link alla photogallery e ai video della conferenza stampa, della sessione fotografica e degli incontri di Shah Rukh Khan con i fan 
* Video di NDTV
* Video di Bollywood Hungama (aggiornamento del 27.10.10)
* Photogallery di The Times of India
Segnaliamo un elegantissimo Farhan Akhtar, regista del film, che purtroppo non reciterà in Don 2 (e ce ne rammarichiamo). Anche Lara Dutta in questi giorni è a Berlino, ma non è intervenuta alla conferenza stampa. Pare che Don 2 sia una coproduzione indo-tedesca, e che le riprese a Berlino prevedano un budget di spesa di più di sei milioni di euro.

Shah Rukh Khan e Priyanka Chopra
Vedi anche:

TOKYO INTERNATIONAL FILM FESTIVAL 2010



Dal 23 al 31 ottobre 2010 si svolge il Tokyo International Film Festival. Nell'ambito della manifestazione verranno proiettati Raavan e il classico Sholay.
Sito del Tokyo International Film Festival
Area del sito del festival dedicata a Raavan
Area del sito del festival dedicata a Sholay

23 ottobre 2010

NATIONAL FILM AWARDS PER L'ANNO 2009: LA PREMIAZIONE

Amitabh Bachchan riceve il National Award da Pratibha Patil

Venerdì 22 ottobre 2010 a Delhi sono stati consegnati i National Film Awards per l'anno 2009 dal presidente dell'Unione Indiana, signora Pratibha Patil, nel corso di una cerimonia a cui hanno partecipato quasi tutti i vincitori. Amitabh Bachchan ha ritirato il quarto National Award della sua brillante carriera, accompagnato da un'entusiastica standing ovation da parte del pubblico presente, in testa Abhishek, Aishwarya e Jaya. Sono stati inoltre annunciati ufficialmente alcuni dei grandiosi progetti previsti per il 2013, anno in cui si festeggerà il centenario dell'industria cinematografica indiana: citiamo, fra gli altri, l'inaugurazione dell'attesissimo Museum of Indian Cinema di Mumbai.


Abhishek Bachchan riceve il National Award da Pratibha Patil 

Video della cerimonia diffuso da Times Now
Articolo di The Times of India
Photogallery di The Times of India
Testo di Amitabh Bachchan
Vedi anche:
- National Film Awards per l'anno 2009: i vincitori


National Awards - Da destra: Amitabh, Jaya, Abhishek e Aishwarya

21 ottobre 2010

PUGLIA-BOLLYWOOD CONNECTION


Housefull, la fortunata commedia diretta da Sajid Khan e interpretata dalla superstar Akshay Kumar, è stata parzialmente girata in Puglia, nell'area fra Mattinata e Vieste in provincia di Foggia. In precedenza nella regione erano state effettuate alcune riprese per un brano coreografato incluso in Bachna Ae Haseeno. L'intraprendenza della Puglia nell'ospitare le produzioni cinematografiche indiane e, di conseguenza, nel promuovere il cineturismo, sembra inarrestabile: dal 19 al 24 ottobre ha luogo infatti un educational tour della regione a cui sono stati invitati diversi gionalisti e tour operator indiani, accompagnati dal responsabile ENIT di Mumbai. Ricordiamo che, in concomitanza con la distribuzione di Housefull, l'Apulia Film Commission, organismo dell'assessorato regionale al turismo, in collaborazione con il tour operator Kuoni e con la casa di produzione del film (Nadiadwala Grandson Entertainment), organizzò in India una campagna pubblicitaria per promuovere il turismo nella regione. Ci congratuliamo con l'Apulia Film Commission per la lungimiranza.

Area del sito di Apulia Film Commission dedicata all'educational
Articolo di Guida Viaggi
Articolo di TTG Italia
Articolo de La Gazzetta del Mezzogiorno
Vedi anche:

ASIA PACIFIC SCREEN AWARDS 2010: LE NOMINATION

Atul Kulkarni e Tejaswini Pandit - Asia Pacific Screen Awards 2010

Il 2 dicembre 2010 si terrà in Australia la cerimonia di assegnazione della quarta edizione degli Asia Pacific Screen Awards, riconoscimento che celebra la cultura cinematografica di un'area vastissima, dall'Egitto alle isole Cook, dalla Russia alla Nuova Zelanda, area nella quale vive il 60% della popolazione mondiale, 4 miliardi di persone in 70 Paesi, nonchè area responsabile della metà della produzione cinematografica del pianeta. L'evento è organizzato dallo Stato del Queensland, in Australia, in collaborazione con l'Unesco e con l'International Federation of Film Producers Associations. L'India ha ricevuto cinque nomination:

* miglior attrice: Tejaswini Pandit per Mee Sindhutai Sapkal (I am Sindhutai Sapkal), in lingua marathi;
* miglior attore: Atul Kulkarni per Natarang, in lingua marathi. Sito ufficiale e trailer;
* miglior fotografia: Sudhir Palsane per Vihir (The well), in lingua marathi. Trailer;
* miglior fotografia: Santosh Sivan e V. Manikandan per Raavan;
* miglior pellicola interpretata da giovani attori: Udaan.

Abhay Deol - Asia Pacific Screen Awards 2010

Sito di Asia Pacific Screen Awards
Lista delle nomination
Articolo di Hindustan Times

Aggiornamento del 19.01.11: Sudhir Palsane si è aggiudicato il premio per la miglior fotografia.
Area del sito di Asia Pacific Screen Awards dedicata a Sudhir Palsane
Lista dei vincitori

BHARATI - THE WONDER THAT IS INDIA: COMUNICATO STAMPA


Vi ricordiamo che dal 22 al 27 ottobre 2010 sarà possibile assistere al sontuoso musical Bharati - The wonder that is India allestito presso il Teatro degli Arcimboldi di Milano. Riceviamo da Barley Arts il seguente comunicato stampa che volentieri pubblichiamo:

'Preparatevi ad essere sopraffatti da ballerini ricchi di grazia, bellezza ed energia, capaci di esprimere la sensualità e la sincerità dell'arte coreografica tradizionale e classica indiana, combinata con la forza e il ritmo della danza moderna. Preparatevi ad essere trascinati dal battito di ritmi esotici e raffinati, suonati dal vivo da musicisti eccellenti, mentre ascoltate voci degne delle divinità indiane. Bharati, una produzione originale indiana gigantesca quanto spettacolare, che riscuote un successo strepitoso in Francia e nei maggiori Paesi europei già visitati, porterà tutto questo al Teatro degli Arcimboldi a Milano dal 22 al 27 ottobre 2010 con sei show - organizzati da Barley Arts.
Bharati, uno spettacolo di musica e danza che ritrae sotto forma di musical un mosaico realistico e genuino dell'India tradizionale e contemporanea, è sicuramente il tentativo più spettacolare, ambizioso e innovativo mai messo in scena per far conoscere al mondo la cultura popolare indiana. Fa esplodere l'India nella sua esuberanza, ricchezza di contenuti e di colori, con una grandezza e una profondità mai viste prima, presentando al pubblico lo splendore e la varietà mozzafiato di questo Paese incantevole.
Ma Bharati non riguarda solo l'India, riguarda qualunque essere umano che si trovi costretto dalle circostanze ad allontanarsi dalle proprie radici. Si può distaccare una persona dalla propria terra, ma non si può strappare il suo cuore. Non importa dove questa persona viva fisicamente, il suo cuore appartiene alle sue origini, alla sua terra natia. E per qualsiasi indiano, la madre terra è Madre India - Bharat Maa.
La colonna sonora di Bharati si compone di musiche tradizionali e di alcune delle canzoni di maggiore successo del cinema hindi e tamil. Sette dei professionisti più famosi dell'industria cinematografica hanno creato coreografie originali in vari stili diversi per queste canzoni, tutte suonate e interpretate dal vivo sul palco.
Ogni scena musicale di Bharati dipinge la tradizione di una specifica regione dell'India attraverso la scelta di ritmi, strumenti tipici, arrangiamenti vocali, caratteristiche melodiche, stili coreografici, costumi e immagini video che creano un ritratto culturale unico.
Infine Bharati fa propri tutti gli ingredienti della cultura popolare indiana e li usa allo stesso tempo sia come fonte di ispirazione, sia come forte legame con l'eredità e la tradizione dell'India. E' allo stesso tempo una celebrazione della vitalità dell'India e un invito a partecipare delle sue tradizioni gustandole al meglio nella loro energia inimitabile.
Ogni Paese visitato da Bharati ha un narratore locale che ha il compito di condurre il pubblico alla scoperta del mondo indiano. Il narratore italiano o meglio, il Sutradhar scelto personalmente dal creatore di Bharati, Gashash Deshe, è l’attore Pietro Pignatelli, noto per essere stato protagonista o co-protagonista di diversi musical tra cui Grease, Scugnizzi, Pinocchio fino al più recente Il pianeta proibito. Pietro, 39 anni, napoletano, commenta: “Sono felicissimo. Ho visto immagini dello spettacolo che trovo, a dir poco, esaltante. Namaste a tutti!".'

Per gli orari degli spettacoli, i prezzi dei biglietti e i link utili: clicca qui.
Articolo del Corriere della Sera
(Ringraziamo Elena Pantera di Barley Arts)
(Ringraziamo Barley Arts per la fotografia)
Aggiornamento del 22.10.10: articolo de Il Giornale.

17 ottobre 2010

SOUTH ASIAN INTERNATIONAL FILM FESTIVAL 2010


Dal 27 ottobre al 2 novembre 2010 si terrà a New York la settima edizione del South Asian International Film Festival. Fra i numerosi titoli indiani in cartellone vi segnaliamo:

* That girl in yellow boots (2010, ma in distribuzione in India nel 2011), di Anurag Kashyap, con Kalki Koechlin e Naseeruddin Shah. TGIYB inaugurerà la manifestazione, dopo essere stato presentato in prima mondiale alla Mostra del Cinema di Venezia, e successivamente al Toronto International Film Festival. Trailer. Area del sito del festival dedicata all'inaugurazione. Area del sito del festival dedicata a TGIYB.
* Pappu can't dance saala (2010), di Saurabh Shukla, con Vinay Pathak, Neha Dhupia, Rajat Kapoor e Naseeruddin Shah. Prima mondiale. Area del sito del festival dedicata a PCDS. Ricordiamo che l'anno scorso il film di Saurabh Shukla, Raat Gayi, Baat Gayi?, con un cast pressochè identico, vinse il premio per il miglior film.
* I am 24 (2010), di Saurabh Shukla, con Rajat Kapoor, Ranvir Shorey, Neha Dhupia, Saurabh Shukla e Vijay Raaz. Prima visione mondiale. Area del sito del festival dedicata a I am 24.
* Paan Singh Tomar (2010), di Tigmanshu Dhulia, con Irrfan Khan e Mahi Gill. Area del sito del festival dedicata a PST.
* Phas Gaye Re Obama (With love to Obama) (2010), di Subhash Kapoor, con Rajat Kapoor, Neha Dhupia e Amole Gupte. Prima visione mondiale. Trailer. Area del sito del festival dedicata a PGRO.

Anurag Kashyap - SAIFF 2010

Sito ufficiale del South Asian International Film Festival
Lista completa dei film

Aggiornamento del 07.11.10: Phas Gaye Re Obama (With love to Obama) ha conquistato il premio del pubblico.
Lista dei vincitori
Articolo di Hindustan Times
Aggiornamento del 18.11.10:
Video della proiezione di TGIYB, con Anurag Kashyap
Video della proiezione di PCDS, con Saurabh Shukla
Video della proiezione di PST, con Irrfan Khan

Irrfan Khan - SAIFF 2010
Vedi anche:

15 ottobre 2010

ABU DHABI FILM FESTIVAL 2010


Dal 14 al 23 ottobre 2010 si svolge l'Abu Dhabi Film Festival. Vi segnaliamo i titoli indiani in cartellone:
* Virgin Goat (Laadli Laila) (2010), di Murali Nair, con Raghubir Yadav. Area del sito del festival dedicata a Virgin Goat.
* Autograph (2010), di Srijit Mukherji, con Prasenjit Chatterjee e Nandana Sen. In lingua bengali. Trailer. Area del sito del festival dedicata ad Autograph.
* Paan Singh Tomar (2010), di Tigmanshu Dhulia, con Irrfan Khan e Mahi Gill. Area del sito del festival dedicata a Paan Singh Tomar.
Segnaliamo inoltre le produzioni internazionali Miral e Pink Saris.
Sito ufficiale del festival.

14 ottobre 2010

DON 2: I PRIMI CIAK


E' ufficiale: le prime sequenze di Don 2 - The chase continues sono state girate qualche giorno fa a Berlino.  Sembra che il film verrà distribuito in occasione del Natale 2011. Vi presentiamo alcune immagini.


SRK ha già girato una spettacolare sequenza che prevedeva un salto dal tetto del Park Inn Hotel in Alexanderplatz: pare che sia lo stuntman che la star abbiano effettuato il volo. SRK il 13 ottobre ha scritto nel suo profilo in Twitter: ' Sono appena saltato da un'altezza di 300 piedi (*), così tutti voi crederete che io possa volare (testo originale). E' stato l'ultimo ciak della giornata. Desidero ringraziare lo stuntman e tutto il team specializzato in sequenze d'azione per aver realizzato il salto prima di me per le riprese panoramiche, e per avermi infuso fiducia quando è arrivato il mio turno (testo originale)'. La star ha anche postato una fotografia dell'edificio (clicca qui).
(*) circa 92 metri.

Priyanka Chopra sta per raggiungere il set. L'attrice il 12 ottobre ha scritto nel suo profilo in Twitter: 'Fra due giorni partirò per Berlino per iniziare a girare Don 2. Sono felicissima'.
Lara Dutta il 6 ottobre ha scritto nel suo profilo in Twitter: 'Il matrimonio dei miei amici a Firenze è stato favoloso! Ho trascorso un giorno a Milano e ora sono in Svizzera. Tra cinque giorni sarò a Berlino per Don 2!'.

Vedi anche:

FESTIVAL INTERNAZIONALE DEL FILM DI ROMA 2010



Il 28 ottobre prenderà il via la quinta edizione del Festival Internazionale del Film di Roma. Abbiamo il piacere di segnalarvi:

Per la Sezione Selezione Ufficiale, Film in Concorso
- Gangor, regia di Italo Spinelli, con Priyanka Bose, Adil Hussain (Ishqiya), Tillotama Shome (Monsoon Wedding) e Samrat Chakrabarti (New York).
Produzione italo-indiana, girato in Bengali, il film è tratto dal racconto Dietro il Corsetto, pubblicato in Italia nella raccolta La Trilogia del Seno, Ed. Altri Mondi, della scrittrice bengalese Mahasweta Devi.
Durante un reportage sulle donne della Purulia, Bengala occidentale, Gangor viene fotografata a seno nudo mentre allatta il figlio. Lo scatto finisce sui giornali e solleva un grande scandalo che porterà a conseguenze drammatiche per la vita di Gangor.
“Un ritratto delle contraddizioni dell’India contemporanea, dove anche l’emancipazione può rivelarsi fatale in una società ancora permeata da millenarie tradizioni maschiliste” (Italo Spinelli a Il Velino).
Gangor sarà proiettato il 31 ottobre alle 17:00, Auditorium Sala Santa Cecilia. In replica il primo novembre alle 15:00, Salacinema Lotto, e il 2 novembre alle 20:00 al Metropolitan.

Per la Sezione Eventi Speciali
- Incontro con Shah Rukh Khan
Previsto domenica 31 ottobre alle 19:30 presso l'Auditorium Sala Petrassi, a cui seguirà la proiezione di My Name is Khan.

Cogliamo l'occasione per congratularci con lo staff del Festival Internazionale del Film di Roma per aver inserito nel programma un film di sicuro interesse come Gangor e un evento di così grande prestigio come l'incontro con il Baadshah di Bollywood.
Desideriamo inoltre ringraziare tutti per la professionalità e la cordiale disponibilità. In particolare: Gaia Morrione, responsabile del Focus, Matteo Pompili, coordinatore della sezione Eventi Speciali, e Alessandra Fontemaggi, responsabile Ufficio Cinema e referente Extra.
Un grazie speciale a Piera Detassis, direttore artistico del Festival Internazionale del Film di Roma.

Aggiornamento del 22.10.10: il sito di NDTV pubblica oggi un articolo relativo alla presenta di Shah Rukh Khan al prossimo Festival Internazionale del Film di Roma. La star approfitterebbe di tre giorni di pausa dalle riprese di Don 2 per concedersi una piccola parentesi romana con la moglie, i due figli e l'amico Karan Johar, regista di My Name is Khan, in vista del suo quarantacinquesimo compleanno che si celebrerà il 2 novembre a Berlino. L'articolo integrale.

11 ottobre 2010

SALMAN KHAN: BEATO FRA LE DONNE


Da sinistra: Preity Zinta e Katrina Kaif 

In occasione dell'India Couture Week 2010, la superstar Salman Khan sabato ha organizzato una sfilata a scopo benefico a sostegno dell'organizzazione umanitaria Being Human. L'evento ha dell'eccezionale perchè Salman ha convinto otto fra le più affascinanti dive indiane ad indossare vestiti da sogno rappresentativi di otto decadi di storia della moda, a partire dagli anni venti con una sofisticatissima Preity Zinta. A seguire Katrina Kaif, Rani Mukherjee, Bipasha Basu, Karisma Kapoor e i suoi leggendari occhi blu, Sushmita Sen (ex-miss universo), Priyanka Chopra (ex-miss mondo) e Kareena Kapoor. Ora diteci: cos'hanno da invidiare le splendide attrici bollywoodiane alle colleghe occidentali? Secondo noi, assolutamente nulla. Ma non dimentichiamo la falcata da sciupafemmine di Salman Khan, ultimamente in forma più che smagliante.

Bipasha Basu

Preity Zinta ha scritto nel suo profilo in Twitter: 'Lo spettacolo è stato divertentissimo. Ed è stato bello vedere tutte le ragazze sfilare. Ringrazio Salman per la pazza serata'.
Bipasha Basu ha scritto nel suo profilo in Twitter: 'Che spettacolo super! Mi sono divertita un mondo e con tutti, in più per una buona causa!'.
Priyanka Chopra ha scritto nel suo profilo in Twitter: 'E' stato meraviglioso rappresentare gli anni ottanta vestita da Madonna. Lei è la mia icona musicale preferita. Sempre di moda!'.

Sushmita Sen
Video di Bollywood Hungama
Articolo di The Times of India
Photogallery di The Times of India
Photogallery di Bollywood Hungama 
Vedi anche:
Priyanka Chopra


MUMBAI FILM FESTIVAL 2010


Dal 21 al 28 ottobre 2010 si terrà la dodicesima edizione del Mumbai Film Festival, organizzato dalla Mumbai Academy of Moving Image, società non a scopo di lucro fondata nel 1997. La MAMI è guidata da Shyam Benegal. Fra i membri che ne fanno parte menzioniamo Ashutosh Gowariker, Farhan Akhtar, Jaya Bachchan, Karan Johar, Shabana Azmi e Yash Chopra. Una particolarità: quest'anno la giuria è tutta al femminile, da Jane Campion (che la presiede) a Suhasini, attrice e regista, nonchè moglie di Mani Ratnam e nipote di Kamal Haasan. Ad Oliver Stone verrà conferito un premio alla carriera.

Per quanto riguarda le pellicole indiane in cartellone, segnaliamo:
* Sezione International competition for the first feature film of the directors
- Harud (Autumn) (2010), diretto da Aamir Bashir, presentato al Toronto International Film Festival e al British Film Institute London Film Festival. Trailer.
* Sezione Indian Frame, che comprende in tutto undici pellicole in varie lingue
- I am Kalam (2010), diretto da Nila Madhab Panda, presentato in prima mondiale al festival di Cannes, e successivamente al British Film Institute London Film Festival. Trailer.
- Iti Mrinalini (2010), diretto da Aparna Sen, in lingua bengali, con Konkona Sen Sharma. Aparna e la figlia Konkona interpretano nella pellicola lo stesso personaggio in età diverse. Nel cast anche Rajat Kapoor.
* Sezione New faces in Indian cinema: in tutto sette pellicole.
* Sezione Film India worldwide: in tutto sei pellicole o dirette da indiani residenti all'estero o dirette da registi non indiani ma aventi come tema l'India
* Special screening
- Khandhar (1983), diretto da Mrinal Sen, in edizione restaurata. Khandhar è stato premiato col National Film Award per il miglior regista e per la miglior attrice protagonista (Shabana Azmi).

Sito ufficiale del Mumbai Film Festival
Lista completa dei film in cartellone
Bollywood Hungama: video della conferenza stampa di presentazione del festival, con Shyam Benegal
Spot pubblicitario
Yash Chopra consegna ad Oliver Stone il premio alla carriera

Aggiornamento del 29.10.10: con una cerimonia allestita presso il Chandan Cinema e presentata dagli attori Fardeen Khan e Raima Sen, si è concluso ieri sera il Mumbai Film Festival 2010.
Lista dei vincitori
Articolo di Bollywood Hungama
Photogallery di The Times of India
Aggiornamento del 31.10.10:
- articolo di Hindustan Times del 29.10.10
- articolo di Hindustan Times del 31.10.10 

09 ottobre 2010

SUSHMITA SEN PRESENTA LA NUOVA FIAT LINEA


Questa notizia è dedicata agli utenti di sesso maschile. E' stato presentato ieri a Mumbai un nuovo modello di Fiat Linea, la Linea T-Jet, con madrina la raffinatissima Sushmita Sen, attrice (Dulha Mil Gaya) nonchè miss universo nel 1994. La Fiat Linea è un'automobile destinata principalmente ai mercati emergenti. In India la produzione è iniziata nel 2008, e la vettura è stata commercializzata nel subcontinente per la prima volta nel gennaio 2009. Fiat India Automobiles Ltd. è una joint-venture al 50% fra il gruppo Fiat e Tata Motors Ltd. L'azienda conta seicento dipendenti. Fra i modelli prodotti dalla Fiat India Automobiles Ltd.: Palio Stile, Grande Punto e Linea. Tata Motors Ltd. è la più importante casa automobilistica indiana, leader nei veicoli commerciali e seconda per i veicoli non commerciali. Tata Motors Ltd. è quinta al mondo per la produzione di veicoli commerciali medi e pesanti, nonchè seconda al mondo per la produzione di autobus medi e pesanti.
Una curiosità: se ritenete sia bizzarro gestire in Italia un macroblog dedicato al cinema hindi, allora vi suggeriamo di visitare il sito indiano TeamFiat.co.in, che raduna i felici proprietari subcontinentali di autovetture Fiat.

Video della presentazione della Fiat Linea T-Jet
Video dell'intervento di Sushmita Sen
Area del sito di Fiat India Automobiles Ltd. dedicata all'evento
Spot pubblicitario della Fiat Linea T-Jet
Video dell'incoronazione di Sushmita Sen a Manila nel 1994

(Ringraziamo per la fotografia gli amici di TeamFiat.co.in).

INDIA COUTURE WEEK 2010

Aishwarya Rai - India Couture Week 2010

Mercoledì 6 ottobre a Mumbai è stata inaugurata la manifestazione HDIL India Couture Week 2010. Come per ogni evento di questo tipo, le star bollywoodiane presenti, in passerella e in platea, non si contano. Segnaliamo il primo giorno la presentazione della nuova collezione del noto costumista e stilista Manish Malhotra, con una modella d'eccezione: dopo ben quindici anni, infatti, Aishwarya Rai è tornata a sfilare, sfoggiando un opulento abito da sposa. Il secondo giorno è stata la volta della collezione di Karan Johar disegnata da Varun Behl: in passerella Amitabh Bachchan e Hrithik Roshan, elegantissimi, ai quali a sorpresa si è aggiunto Shah Rukh Khan.

Da sinistra: Amitabh, Shah Rukh e Hrithik - India Couture Week 2010

ApunKa Choice: video della sfilata di Aishwarya Rai
NDTV: intervista video ad Aishwarya Rai e a Manish Malhotra raccolta da Karan Johar
Times Now: video con dichiarazioni di Aishwarya Rai e di Abhishek Bachchan
Bollywood Hungama: video della sfilata di Amitabh Bachchan, Hrithik Roshan e Shah Rukh Khan
Testo di Amitabh Bachchan con una divertentissima cronaca della sfilata
NDTV: intervista video a Shah Rukh Khan
NDTV: intervista video a Hrithik Roshan
Corriere della Sera: video in italiano (aggiornamento dell'11.10.10)

Vedi anche:
- Salman Khan: beato fra le donne

Dietro le quinte con Jaya Bachchan e il formidabile trio